Interviste - 04 agosto 2022

L'esperto del mese di agosto: La dottoressa Namrata Salunke!

Scritto da Sofia Iorio 3 min lettura

Info

Questa pagina, originariamente pubblicata in inglese, è offerta in italian con l'aiuto di traduttori automatici. Avete bisogno di aiuto? Contattateci

Ogni mese riconosciamo l'impegno di uno dei nostri Esperti Solar Impulse. Gli esperti svolgono un ruolo fondamentale nel processo di assegnazione del marchio Solar Impulse Efficient Solution. Gli esperti valutano le soluzioni in base alla loro fattibilità tecnica, all'impatto ambientale e alla redditività finanziaria ed esprimono un giudizio sulla loro idoneità al marchio. La comunità di esperti è composta da oltre 360 esperti provenienti da tutto il mondo, con competenze provenienti da diversi settori, tra cui scienza, ingegneria, ricerca, industria, affari e molto altro.

L'esperto del mese di agosto: La dottoressa Namrata Salunke!

Namrata è entrata a far parte della Fondazione nel giugno 2020 e ha valutato con successo 18 soluzioni. Si è distinta per le sue capacità analitiche e siamo lieti di condividere questa breve intervista sui suoi risultati passati e attuali.

Raccontaci un po' di te!

Sono cresciuta in India e ho conseguito la laurea e il master in Ingegneria chimica. Un'esperienza di tirocinio universitario ha acceso il mio interesse per la ricerca, che mi ha portato a fare domanda per i programmi di dottorato negli Stati Uniti. Ho conseguito il dottorato in Ingegneria dei polimeri nel 2018 e attualmente risiedo in California.

Ci può dire qualcosa di più sulla sua area di competenza e sulla sua professione?

In qualità di ingegnere dei polimeri lavoro costantemente allo sviluppo di materiali avanzati, sia per nuovi prodotti che per sostituzioni ad alte prestazioni dei materiali attuali. Le mie competenze riguardano l'ottimizzazione delle prestazioni e dei processi dei materiali, il riciclaggio, il ciclo di vita e la valutazione dell'affidabilità. La sostenibilità è un obiettivo chiave del mio lavoro.

Come è nato il suo interesse per i temi legati alla sostenibilità?

Crescendo in un Paese in via di sviluppo, non era possibile ignorare la realtà dei cambiamenti climatici, dell'inquinamento e della mancanza di iniziative di sostenibilità nel settore pubblico e privato. La lettura di articoli ben studiati e sottoposti a revisione paritaria mi ha permesso di comprendere meglio il cambiamento climatico e l'importanza della sostenibilità e dell'economia circolare. Il mio primo lavoro nella R&S aziendale di Eaton mi ha dato l'opportunità di fare la differenza e da allora non mi sono più voltato indietro.

Attualmente lavora come Staff Engineer per la ricerca e lo sviluppo di moduli presso SunPower, un'azienda leader nel settore delle soluzioni solari. Quali sono gli aspetti più affascinanti del suo lavoro? E le sfide più grandi?

È fantastico lavorare nella ricerca solare in questo momento in cui la transizione verso le energie rinnovabili è fondamentale. Il mio lavoro riguarda principalmente l'identificazione e lo sviluppo di materiali per moduli che possono consentire l'accesso al solare laddove i moduli fotovoltaici tradizionali non sono fattibili, come ad esempio i moduli fotovoltaici leggeri per le coperture a carico limitato. Mi concentro anche sullo sviluppo di materiali per aumentare l'efficienza e la durata dei moduli, che sono i principali fattori che contribuiscono a rendere sostenibile l'energia rinnovabile.

Le sfide più importanti riguardano l'identificazione e lo sviluppo di polimeri per i pannelli fotovoltaici che possano funzionare in modo affidabile durante i 25 anni di vita del pannello solare e continuare a spingerli fino a 30 o 40 anni. Una seconda grande sfida è quella di sviluppare metodologie di test di affidabilità per stimare la durata dei moduli fotovoltaici, adattando i test anche a eventi atmosferici estremi come l'aumento delle temperature e le tempeste di grandine.

Come è venuto a conoscenza della Fondazione Solar Impulse? Cosa l'ha spinta a diventare volontario per la Expert Community?

In qualità di sostenitore della scienza e della sostenibilità, cerco di contribuire a questi obiettivi in ogni occasione, e questo si è allineato bene con gli obiettivi della Solar Impulse Foundation. Ho iniziato a fare volontariato per la SIF nello stesso periodo in cui ho iniziato a lavorare per SunPower. È stata una sorpresa incredibilmente piacevole scoprire che l'aereo Solar Impulse utilizzava le celle solari Maxeon di SunPower.

Lei è entrato a far parte della Expert Community nel giugno 2020 e ha già completato 18 valutazioni! Quali tipi di soluzioni ha valutato e quali si sono distinte per il maggiore impatto?

Tutte le soluzioni si distinguono e contribuiscono alla sostenibilità a modo loro. Alcune soluzioni impressionanti si concentravano sul riutilizzo dei rifiuti in modo responsabile, generando al contempo valore economico. Quelle che mi hanno stupito sono state le soluzioni che hanno migliorato radicalmente le soluzioni tradizionali per ridurre al minimo o eliminare del tutto i loro colli di bottiglia ed essere comunque soluzioni "drag and drop" compatibili con le operazioni tradizionali.

C'è qualcos'altro che vorrebbe condividere?

Non esiste un'unica soluzione globale per la sostenibilità. Spesso singole soluzioni su scala ridotta possono lavorare insieme per avere un impatto notevole su larga scala. È incredibilmente incoraggiante vedere il numero di soluzioni innovative che il SIF sta riunendo in un unico luogo. Sono ottimista sul fatto che questo ci farà accelerare verso il nostro obiettivo di sostenibilità.

Siete interessati a diventare esperti della Solar Impulse Foundation? Per saperne di più, cliccate qui.

Scritto da Sofia Iorio su 04 agosto 2022

Ti piace questo articolo? Condividetelo con i vostri amici!