Notizie - 27 gennaio 2022

Collaborazioni e finanziamenti per l'economia circolare e altro ancora - Aggiornamento sulle soluzioni di gennaio

Scritto da Sophie de Blonay 4 min lettura

Info

Questa pagina, originariamente pubblicata in inglese, è offerta in italian con l'aiuto di traduttori automatici. Avete bisogno di aiuto? Contattateci

Questo gennaio mette in evidenza due tendenze importanti ed entusiasmanti: finanziamenti garantiti, nuove collaborazioni verso un'economia circolare e progressi nell'uso dell'idrogeno come materia prima, vettore energetico e mezzo di stoccaggio. Inoltre, celebriamo i progressi nell'implementazione di soluzioni etichettate per edifici più efficienti, protezione delle foreste e purificazione dell'aria.

CARBIOS riceve il sostegno finanziario della Banca europea per gli investimenti

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI), con l'approvazione della Commissione Europea, sta finanziando un prestito di 30 milioni di euro per la tecnologia di riciclaggio enzimatico di Carbios a sostegno dell'economia circolare. A differenza dei processi di riciclaggio convenzionali, la tecnologia Carbios converte la plastica PET nei suoi monomeri di base, che possono poi essere utilizzati come materia prima per produrre nuovo PET riciclato al 100% adatto a tutte le applicazioni originali. Questo prestito consentirà a Carbios di procedere all'industrializzazione e alla concessione di licenze per la sua tecnologia di riciclaggio. Un passo importante verso un riciclaggio della plastica sempre più efficiente.

Per saperne di più

Bockatech e Borealis intensificano la loro collaborazione per aprire la strada a soluzioni di imballaggio circolari

Borealis è uno dei principali fornitori mondiali di soluzioni avanzate e circolari per le poliolefine e leader europeo nel settore dei prodotti chimici di base, dei fertilizzanti e del riciclaggio meccanico delle materie plastiche. Il finanziamento consentirà a Borealis di acquisire una quota di minoranza nell'innovatore di imballaggi sostenibili con sede nel Regno Unito, Bockatech Limited. Con la sua soluzione etichettata EcoCore, Bockatech ha sviluppato una tecnologia di produzione della plastica economicamente vantaggiosa per imballaggi riciclati e leggeri. Borealis e Bockatech hanno già avuto diverse occasioni di collaborazione, in particolare in occasione della COP26, durante la quale la sede della conferenza si è assicurata più di 70000 tazze riutilizzabili EcoCore.


Intensificando la collaborazione, Borealis e Bockatech accelerano lo sviluppo di soluzioni di imballaggio circolari.

Leggi di più

Innosuisse investe nel progetto di innovazione sui rifiuti intelligenti di Live Track insieme allo Swiss Data Science Center (SDSC) e allo Swiss Center for Electronics and Microtechnology (CSEM)

Insieme, i tre partner sono all'avanguardia nel cambiare il paradigma degli attuali sistemi di gestione dei rifiuti in Svizzera. Grazie alla piattaforma logistica intelligente Labeled, Live Track AG è in grado di ottimizzare le date e gli orari di ritiro per ridurre i costi di raccolta e le emissioni di gas serra, offrendo al contempo una migliore esperienza di smart city. L'obiettivo di questa collaborazione è ridurre i costi totali di gestione per le città e i villaggi, diminuendo fino al 50% dei costi di trasporto e delle emissioni di gas serra per la raccolta dei rifiuti e il riciclaggio dei materiali nell'ultimo miglio.

Per saperne di più

HYPE e McPhy partner per l'integrazione del settore dell'idrogeno in Francia

Hype e McPhy si associano per affrontare il mercato dei taxi a idrogeno e per sincronizzare la massificazione dell'idrogeno e le infrastrutture necessarie al suo utilizzo. Le due entità uniranno le loro offerte per contribuire all'integrazione del settore dell'idrogeno in Francia attraverso il mercato dei taxi urbani. L'ambizione dell'azienda è quella di distribuire 10.000 taxi a idrogeno e 20 stazioni ad alta capacità entro i Giochi Olimpici di Parigi 2024. Entro la fine del 2024, la Labeled Solution Hype sarà installata in altre 15 città del mondo, in aree target come Spagna, Portogallo, Italia, Belgio o Regno Unito. Entro la fine del 2025, questo piano di crescita dovrebbe rappresentare un totale di 40.000 cabine e quasi 100 stazioni.

Per saperne di più

EH Group raccoglie oltre 5 milioni di franchi svizzeri per progredire nella sua tecnologia a celle a combustibile a emissioni zero

EH Group ha ottenuto un finanziamento di pre-serie A. AP Ventures, un importante investitore nelle tecnologie innovative dell'idrogeno, ha partecipato alla raccolta. I proventi saranno destinati all'installazione della tecnologia proprietaria di assemblaggio delle pile di EG Group e al continuo sviluppo dei primi prodotti commerciali a pile a combustibile dell'azienda. La soluzione etichettata di EH Group, Celle a combustibile scalabili per applicazioni di mobilità, cercherà di raccogliere ulteriori capitali nel 2022 per finanziare la sua progressione verso l'introduzione su scala commerciale. Le celle a combustibile a idrogeno sono sempre più considerate una tecnologia interessante per decarbonizzare ampi settori dell'industria, in particolare il trasporto pesante.

Per saperne di più

Ubiquitous Energy chiude un round di finanziamento di Serie B da 30 milioni di dollari

La raccolta è stata guidata da investitori esistenti e nuovi, tra cui Andersen Corporation, ENEOS, Safar Partners, Hostplus, Red Cedar Ventures e Riverhorse Investments. La tecnologia di Ubiquitous Energy è un rivestimento brevettato e trasparente per vetri fotovoltaici che cattura l'energia solare per generare energia, pur rimanendo visibilmente indistinguibile dalle finestre tradizionali. Il finanziamento della Serie B consente all'azienda di indirizzare le risorse verso la ricerca e lo sviluppo, la produzione e l'implementazione del prodotto. Questo finanziamento apre la strada a nuove opportunità di efficienza energetica, di risparmio economico e di integrazione con le case intelligenti, che andranno a vantaggio dei proprietari di casa e contribuiranno a un pianeta più sano.

Per saperne di più

Dryad Networks collabora con South Pole per affrontare gli incendi boschivi e sbloccare nuove opportunità di finanziamento del carbonio per i proprietari di foreste

South Pole, un pluripremiato sviluppatore di progetti, ha stretto una partnership con Dryad Networks per aiutare i proprietari di foreste a proteggere meglio le loro foreste e ad accedere ai finanziamenti per il carbonio. Le due aziende collaboreranno per esplorare come il sensore IoT Silvanet di Dryad Network - una sofisticata soluzione etichettata per il rilevamento degli incendi boschivi - possa essere utilizzato per ridurre la frequenza degli incendi nei progetti forestali che contribuiscono a ridurre o evitare le emissioni di carbonio. Gli incendi minacciano il valore fondamentale dei progetti sul carbonio e il rischio di incendi può aumentare la quantità di "crediti tampone" che questi progetti devono accantonare, riducendo i ricavi del progetto. L'innovazione tecnologica, come quella di Dryad Silvanet, sarà fondamentale per migliorare lo sviluppo e la gestione dei progetti sul carbonio.


Per saperne di più

Menzione d'onore per IsCleanAir al vertice dell'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) sul settore manifatturiero

L'obiettivo di questo summit dell'EIT Manufacturing era quello di promuovere lo scambio di idee per la purificazione dell'aria negli ambienti di produzione. La riduzione dell'inquinamento e della contaminazione incrociata sta diventando una priorità internazionale, sia per i cambiamenti climatici che per l'evoluzione delle patologie che colpiscono il pianeta. È in questo contesto che si è parlato di PURE (Air Purification Units for manufactuRing Environments). La soluzione etichettata di PURE è un purificatore d'aria basato sulla natura che può rispondere agli obiettivi di salute e sicurezza dell'UE grazie alla sinergia dei suoi processi chimico-fisici-meccanici che utilizzano solo acqua. Il loro sistema di abbattimento dell'inquinamento atmosferico (APA) è ora pronto per essere scalato e lanciato su larga scala per creare luoghi migliori in cui vivere e lavorare. Inoltre, il modello PURE è ora idoneo per nuovi progetti innovativi nell'ambito dell'ecosistema Manufacturing della CE - EIT, dell'Acceleratore del Consiglio Europeo e dei relativi ecosistemi di Co-creazione e Open Innovation peer-to-peer internazionali.

Scritto da Sophie de Blonay su 27 gennaio 2022

Creative commons logo
Crediamo nel libero flusso di informazioni
Ripubblicate gratuitamente i nostri articoli, online o in stampa, con licenza Creative Commons.
Ti piace questo articolo? Condividetelo con i vostri amici!